FOCUS ON

FOCUS ON > EDO AVI (“COME UN FIUME” / INTERVISTA SPECIALE)

0

Edo Avi è la dimostrazione lampante di come certe voci di rara qualità possano rimanere, per una serie di concause avverse, puro appannaggio degli addetti ai lavori, senza poter raggiungere il grande pubblico. Fresco di pubblicazione, l’EP “Come Un Fiume”, apparentemente scarno, ridotto all’osso, conserva però un preciso filo narrativo e consacra senza dubbio ai microfoni una voce di un elegante pop tradizionale, con un vibrato destinato a diventare il marchio di fabbrica di un artista che si è già fatto le ossa nel mondo della musica, come nella vita. Si intuisce infatti, mi correggeranno se sbaglio, un’esistenza non proprio facile, che trasuda inesorabilmente dai testi delle canzoni.

Chitarrista e cantante dei “The Chain”, subito dopo l’uscita dell’EP autoprodotto dal gruppo (1990), Edo Avi scioglie la band ed intraprende la carriera solista, partecipando ai più prestigiosi concorsi musicali italiani ed ottenendo importanti riconoscimenti e recensioni positive di firme prestigiose. Dopo l’inserimento in un documentario sull’Alto Adige, commissionato da un canale televisivo austriaco nel 1995, è costretto l’anno successivo ad abbandonare l’attività concertistica per motivi di salute. Dal quel momento comincia un percorso di “rinascita” che vede dar vita nel 2002 all’home studio nel quale registra l’album “Corri”, 10 tracce completamente suonate e registrate in proprio. Il disco uscirà nuovamente nel 2005 anche in libreria, in una preziosa edizione contenente un catalogo di dipinti, realizzati dallo stesso Avi, creati in tema alle canzoni del disco. Nel 2007 è poi la volta di “Ricominciare”, per approdare infine all’ultimissimo “Come un fiume”, registrato nel 2012 con la produzione artistica di Max Marcolini (arrangiatore e produttore di Zucchero). Dell’omonimo brano estratto dal disco è disponibile un videoclip firmato da Gianluca Catania. Nota particolare per “Dolce Aurora”, traccia che preferisco e della quale consiglio vivamente l’ascolto. Proprio per approfondire il percorso che sottende la realizzazione di questo EP, abbiamo rivolto tre brevi domande all’autore (Ringraziamo in proposito quest’ultimo per la disponibilità e l’ArteVox Musica per l’occasione concessaci).

Dafenproject: Più di vent’anni di musica, diversi dischi e la capacità di persistere nel proprio obiettivo: cosa è la musica per Edo Avi e cosa è significata in questi anni? Quale finalità ha avuto nella tua storia personale?

Edo Avi: Scrivere canzoni è, soprattutto, una necessità. E’ stata anche terapia. Per quel che riguarda la capacità di persistere… credo si tratti dell’impossibilità di essere qualcosa di diverso da quello che si è veramente…

Dafenproject: L’Edo Avi cantante e l’Edo Avi pittore. La polivalenza artistica drena l’ispirazione o tende a potenziare le varie vocazioni?

Edo Avi: Quando ho iniziato a dipingere credevo che la pittura avrebbe rubato energie alla musica. Oggi so che l’una alimenta l’altra.

Dafenproject: Un EP scarno, ma molto curato. Quale messaggio hai affidato a questo disco? Quali aspirazioni racchiude, e quale è il filo conduttore dei quattro brani?

Edo Avi: Curo molto l’aspetto essenziale dei brani. Cioè l’armonia, la melodia e il testo. Gli arrangiamenti li preferisco semplici, che non disturbino… Quando scrivo una canzone è come quando sto davanti a una tela: non so mai cosa andrò a dipingere. Non c’è mai un progetto, ne un messaggio stabilito a priori. Il filo conduttore è quello dell’urgenza espressiva…

Dafenproject: Grazie infinite.

Tracklist:
01 – Come un fiume
02 – Dolce Aurora
03 – Sono vivo
04 – Verrà

SPOTIFY  Ascolta Edo Avi – Come un Fiume

Collegamenti e Link Esterni:
Facebook:
https://www.facebook.com/edoavi
MySpace:
http://www.myspace.com/edoavi

Autore: Emanuele Bazzaco