BACK TO PAST > OMBRELLONI / SIMONE CRISTICCHI

Eccoci qua, finalmente è arrivata. La calda, scoperta, sudaticcia estate. E con lei riappare così, annualmente, nel suo habitat naturale -la spiaggia affollata- il tanto antropologicamente studiato anello mancante tra l’ uomo e la scimmia, del quale possiamo assistere di tanto in tanto ad interessanti risse per il metro quadro di territorio necessario all’ insediamento del suo ombrellone. Sotto, una prole urlante e fastidiosa (si raccomanda di fare attenzione al morso, in certi casi velenoso), borsa frigo zeppa e pronta ad esplodere, condannando così l’ esistenza dell’ intero genere umano, e infine radio gracchiante trasmettente l’ abominevole e letale tormentone estivo. Tutto ciò mette a dura prova anche una come me che tutti gli anni sceglie le sue vacanze tra mare e…mare. Per evitare lo scontro diretto, eccovi un distensivo calmante, da prendersi la mattina presto a stomaco vuoto: almeno nelle canzoni tutto può avere un lieto fine. (E’-un-presidio-medico-chirurgico-se-somministrato-in-dosi-eccessive-può-causare-effetti-collaterali-anche-gravi-nei-vostri-vicini-di-ombrellone)

YOU TUBE  Simone Cristicchi – Ombrelloni

Autore: Viola Pampaloni