FOCUS ON

FOCUS ON > NOBRAINO LIVE @ HAPPENING DELLE COOPERATIVE SOCIALI, BERGAMO, 11.06.2014

Dopo essere stata al loro concerto lo scorso Febbraio, presso il Live Music Club di Trezzo sull’Adda (MI), nell’ultimo periodo mi ero resa conto che, assistere solamente ad un concerto dei Nobraino in pochi mesi, non era assolutamente abbastanza, per questo sono tornata sotto al palco della band emiliana per la loro data bergamasca all’Happening delle Cooperative Sociali, festival realizzato presso il Lazzaretto a Bergamo, che quest’anno festeggia i suoi 20 anni.

Avendo già assistito ad un concerto della band, mi aspettavo di rivedere un’esibizione simile alla precedente, ma non avevo calcolato che si trattava dei Nobraino.

Alle 22 la band sale sul palco e sistema gli strumenti, le persone, sparse nell’ampio e scenografico spazio aperto del Lazzaretto, si radunano sotto il palco e, con le prime note di “Nottambula”, ha inizio il concerto.
Il pubblico non è molto, quasi la metà in confronto alla data di Trezzo, e infatti il frontman, Lorenzo Kruger, se ne accorge e lo fa presente spesso durante la serata, in tono quasi seccato.
La band propone una scaletta leggermente ridotta rispetto alle altre date, visto il limite d’orario previsto per la serata, e la scaletta include sia pezzi tratti dall’ultimo album “L’Ultimo dei Nobraino”, sia pezzi storici della band, come “Il Record del Mondo”, “Strano e Inaffidabile” e “Bifolco”.
Kruger è imprevedibile, si lancia usando una corda come liana, si butta in mezzo al pubblico pogando e spintonando tutti, si mette a fare le bolle di sapone, si arrampica sulla scala e saltella e balla per tutta la durata concerto; il pubblico, nonostante la poca affluenza della serata, canta e balla le canzoni insieme alla band e si crea un bel clima di allegria.

NOBRAINO_INT

L’atmosfera, però, cambia drasticamente nel momento in cui arriva il turno di “Mangiabandere”, Kruger invita qualcuno dal pubblico a salire sul palco per rasargli i capelli a zero, come ormai da tradizione durante i concerti dei Nobraino, ma nessuno si propone, tanto che Lorenzo, seccato, dice “Abbiamo suonato in tutte le città d’Italia e questo non è mai successo, vorrà dire che salteremo la canzone. Visto che vi piacciono solo le canzoni allegre allora facciamo questa” e partono le note di “Bademeister”. Una volta finita la canzone che il pubblico, nonostante la confusione datagli dalla scena appena verificatasi, ha cantato e ballato allegramente, Kruger ci riprova, richiedendo nuovamente un volontario a cui rasare i capelli, e finalmente un ragazzo si propone, facendo riappacificare la band con il proprio pubblico.
Il concerto procede e la band chiude in bellezza la serata con due brani meravigliosi: “Film Muto” e “I Signori della Corte”.

Personalmente penso che sia stato un concerto meraviglioso, la band ha un talento e una forza incredibile, dal vivo sono davvero una scarica di forza e di allegria tanto che io, sotto il palco per fotografare, non potevo resistere dal cantare e ballare ogni canzone.
Mi è dispiaciuto però per le frecciatine lanciate da Kruger riguardo la poca affluenza di persone per quella serata, ma era da calcolare che era di mercoledì; spero vivamente che non ricapiti più perché questa tensione alla lunga, nonostante i successi, può rovinare il rapporto con i fans.

Scaletta:
– Nottambula
– Esca Viva
– Bigamionista
– Un’Altra Ancora
– Michè
– Hotel Supramonte
– Muro Di Berlino
– Lo Scrittore
– Il Record Del Mondo
– Tradimentunz
– L’Italiano
– Via Zamboni
– Strano e Inaffidabile
– Clandestino
– Bifolco
– La Giacca Di Ernesto
– Bademeister
– Mangiabandiere
– Film Muto
– Signori Della Corte

Ecco la galleria completa della serata: GALLERY

Autore: Valentina Genna
https://www.facebook.com/valentina.genna
http://valentinagenna.tumblr.com/
http://www.flickr.com/photos/33905964@N05/

Utilizzando questo sito web accetti di accettare la nostra Privacy Policy e and i Termini e Condizioni