FOCUS ON

FAST ANIMALS AND SLOW KIDS @ DRUSO CIRCUS 7 NOVEMBRE 2014

Dopo la data del 14 Febbraio di quest’anno, che li ha visti salire per la prima volta sul palco bergamasco del Druso Circus, i Fast Animals and Slow Kids sono tornati con un nuovo album e con un nuovo tour che li vedrà nuovamente impegnati a suonare in tutta Italia.

Dopo la prima esplosiva data del tour all’Urban di Perugia, la band è tornata nella bergamasca per presentare il loro nuovo lavoro “Alaska”, uscito lo scorso 3 Ottobre per la Woodworm Label che ha già ottenuto, dopo poco più di un mese dalla sua uscita, una serie recensioni positive.

Al mio arrivo, alle 20:30 circa, mentre è in corso il sound check, già una ventina di persona sono in fila davanti alla porta del locale; la tensione è già molto alta perché è previsto il sold out e, difatti, dopo solo un’ora si forma una lunghissima fila davanti all’entrata.
A rompere il ghiaccio, invece di una band spalla, come era previsto, c’è il djset di Andrea Morsero, in arte In.Visible, dj e batterista che ha da poco debuttato con il suo nuovo album “Have you ever been?”, prodotto e mixato da Lele Battista (Le Ombre Studio, Milano) che è stato accolto molto bene dalle più importanti webzine musicali e di cui, noi di Dafenproject, abbiamo già parlato in merito dell’uscita del suo primo singolo “Leather“.

10752001_10205160189230002_2058850880_n

Il djset crea una bella atmosfera nel locale, la musica che viene proposta è principalmente Indie Rock e viene accolta molto bene dal pubblico della band di Perugia che canta e balla aspettando l’esibizione.

Alle 23:30, finito il djset, è il turno dei Fast Animals and Slow Kids che, una volta saliti sul palco, vengono accolti con immenso calore e amore da parte del loro pubblico; la band saluta con affetto i propri fan e danno inizio all’esibizione.
Il primo pezzo in scaletta è “Overture” e, fin dalle prime note, da il via alle danze e al pogo che dureranno fino alla fine del concerto; in scaletta troviamo principalmente nuovi pezzi tratti da “Alaska” ma anche pezzi tratti da “Hybris” e persino “Copernico” tratto dal loro primissimo album “Cavalli”.
L’esibizione è una bomba, la band si impossessa completamente del locale e il pubblico è in delirio, tutti si spintonano e i ragazzi in prima fila finiscono continuamente schiacciati sul palco, toccando la strumentazione e facendo impazzire le spie già dopo il primo pezzo. Durante l’esibizione si nota subito il rapporto tra la band e il proprio pubblico, composto più da amici che da fan, difatti sono presenti diverse facce note tra il pubblico e addirittura persone arrivate da Roma o da altre città.
L’esibizione è impeccabile, come sempre, e piena di emozioni, botte e stage diving di Aimone; i ragazzi regalano una serata formidabile ad un pubblico mai visto così al Druso Circus; l’esibizione dura fino all’una e la band saluta il loro pubblico con “Grand Final” lasciando spazio nuovamente a In.Visible djset che conclude la serata al meglio con pezzi dei Subsonica, dei The Black Keys e dei Kasabian.

Sicuramente una delle serate più belle mai viste al Druso Circus, che non ho mai visto così pieno di persone; il concerto è stato fantastico, pieno di energia e adrenalina, inoltre si respirava una meravigliosa atmosfera di amicizia tra il gruppo e il proprio pubblico, cosa che personalmente penso renda ancora più belli i concerti della band.

Scaletta:
– Overture
– Il mare davanti
– Combattere per l’incertezza
– Coperta
– Troia
– Odio suonare
– Con chi pensi di parlare
– Copernico
– Maria Antonietta
– A cosa ci serve
– Calce
– Come reagire al presente
– Canzone per un abete parte II
– Gran Final

> GALLERIA IMMAGINI DELLA SERATA >

Autore: Valentina Genna
https://www.facebook.com/valentina.genna
http://valentinagenna.tumblr.com/
http://www.flickr.com/photos/33905964@N05/

Utilizzando questo sito web accetti di accettare la nostra Privacy Policy e and i Termini e Condizioni