INTERVISTA A SLOW MAGIC

Vi siete letti il live report di Slow Magic? Bene, adesso andiamo oltre: abbiamo intervistato proprio Slow Magic, uno degli artisti di musica elettronica indipendente più interessante del momento.

Italiano

Ha ancora senso produrre album? Un sacco di artisti di musica elettronica preferiscono rilasciare EP o singoli, invece che album. I Royksopp, per esempio, hanno deciso che il loro ultimo album sarebbe stato, appunto, l’ultimo, ma che continueranno a produrre musica.

È una bella domanda. Penso che nel mondo delle musica tutto cambi ogni giorno. È eccitante e spaventoso allo stesso tempo pensare se “l’album” rimarrà importante. Apprezzo l’arte di fare musica con un album, ma non so cosa verrà dopo.

In che modo di piace distribuire la tua musica? (ndr. penso che abbia frainteso la domanda).

In parole povere: musica elettronica con percussioni dal vivo. Penso che ogni altra etichetta o categorizzazione stiano all’ascoltatore, e sono aperto a tutto.

Sei soddisfatto delle tue live performance? Penso di aver raggiunto il tuo obiettivo con l’accoppiata percussioni e Macbook, o dobbiamo aspettarci qualcosa di nuovo nel prossimo futuro?

Mi diverto un sacco durante i miei show al momento, ma penso che può ancora crescere e progredire. Sto lavorando a nuove idee e nuova musica e spero che queste faranno parte dei miei show dal vivo nel 2015.

Abbiamo davvero apprezzato il fatto che tu abbia realizzato un remix per gli ODESZA, nello stesso mese in cui loro hanno realizzato un remix di una tua canzone. Noi l’abbiamo interpretata come una pubblica dimostrazione di amicizia, oltre che una collaborazione come musicista. È giusto? Dobbiamo aspettarci altro di simile in futuro?

Mi sono divertito molto a remixarli e viceversa, come anche a fare il tour con questi ragazzi. Non abbiamo al momento piani per farlo di nuovo, ma non si sa mai.

Con l’aumento della notorietà, scommetto che deve essere più difficile mantenersi anonimi. Ci hai già pensato?

Non va così male. Sono bravo a nascondermi in bella vista. A volte può essere divertente, perché nessuno sa quale sia realmente il mio aspetto. Levarmi la maschera non è nei miei piani.

<3

English

Does it make sense to produce a full album release? A lot of electronic artists prefer to release EP or singles instead of albums. Royksopp, for example, decided that the last album was their last one, but they will keep producing music.

That is interesting. I definitely think that the world of music is changing every day. It is exciting and scary at the same time to wonder if “the album” will remain important. I appreciate the art of making an album, but I don’t know what’s next.

In which way do you like to distribute your music?

In simple terms: electronic music with live drums. I think all the other labels or categorizations are up to the listener, and I’m open to anything.

Are you satisfied by your live performance? Do you think you reach your goal with drums + Macbook, or do we have to expect something new in the near future?

I have a lot of fun during my shows now, but I think that it can still grow and progress. I’m working on new ideas and new music to hopefully make a part of my live show in 2015.

We really love the fact that you release a remix for ODESZA, in the same month when they released a remix of one of your songs. We have interpreted it as a public expression of your friendship, as well as of your being musical collaborations. Is it correct? Do we have to expect something  similar in the future?

I had a lot of fun remixing them and vice versa, and touring with those guys.  We don’t have any plans right now but you never know.

With the increasing notoriety we bet that it’s harder to keep yourself anonymous. Did you have already thought?

It has not been too bad. I am good at hiding in plain view. It can be fun sometimes because no one knows what I really look like at a show. I don’t  plan on taking off my mask anytime soon. : )

<3

Immagini dalla pagina Facebook dell’evento live in Roma.

Autore: Emanuele Cisotti