LIVE REPORT

SLOW MAGIC LIVE @ LA DOGANA – ROMA 22.11.14

A fine novembre (per la precisione il sabato 22) presso La Dogana di Roma si è tenuto un live show dal nome Outdoor Festival, organizzato dallo stesso team che ha organizzato negli anni precedenti lo Spring Attitude Festival, sempre a Roma. La location, come fa intuire il nome è l’ex dogana della capitale, ora a rischio demolizione. Durante la serata hanno suonato anche Blue Hawaii, Yung Gud e Lindsay Lowend. Appena prima di Slow Magic hanno invece realizzato una live performance anche gli ODESZA, un duo che, proprio come Slow Magic, arricchisce le proprie esibizioni grazie alle percussioni. La bravura di questi ultimi è veramente notevole, ma l’aggiunta di percussioni dal vivo (suonate tramite drum machine) non aggiunge lo stesso fascino, come nel live di Slow Magic.

La performance del mascherato magico dura circa un’ora, non è priva di piccoli inconvenienti (l’acustica oltre tutto è tutt’altro che perfetta), ma è carica, potente e travolgente. Slow Magic è un artista esuberante, che una volta sul palco riesce a scaricare sui tamburi tutta la sua energia. Ma non è solo energia: è anche tecnica. La velocità con cui l’artista si dimena sui suoi tamburi è impressionante e la sua carica fa sì che qualche piccolo intoppo si crei (è già successo che perdesse uno dei suoi accessori e la maschera gli impedisse di ritrovarlo facilmente). Slow Magic è sensazionale. Preme play dal suo Macbook, utilizza il campionatore per fomentare la folla e poi si lancia a capofitto con le sue bacchette, battendo con violenza e precisione sui tamburi.

È impossibile descrivere la travolgente emozione di un live di Slow Magic, ma se non l’avete ancora visto sappiate che è la seconda volta che vi esortiamo a farlo. Beh, allora?

Immagini dalla pagina Facebook dell’evento.

Autore: Emanuele Cisotti

Utilizzando questo sito web accetti di accettare la nostra Privacy Policy e and i Termini e Condizioni