PUNKREAS LIVE @ FLOG FIRENZE 18.04.15 / OPENING FRANKIE CHAVEZ

I Punkreas sono tornati a Firenze e fidatevi, non sono passati inosservati! Non ci credete? Beh, vi dico solo che mentre me ne tornavo alla macchina, a concerto concluso, sento una voce che viene dal terrazzo di uno dei palazzi che si affacciano sulla strada che porta alla Flog che mi fa incuriosita: “chi è che suonava stasera?”.
Quindi chi pensa che il punk sia morto si sbaglia: i Punkreas con PARANOIA DOMESTICA TOUR ne sono la dimostrazione, continuando a fare proseliti in tutta Italia. Sabato è stata la volta dell’Auditorium Flog e il pronostico è stato mantenuto: pogo libero e tanto tanto casino!
Nella città di Dante erano stati la prima volta nel 1993, sabato sono tornati per festeggiare il loro quarto di secolo con una tournée che sta andando benissimo, e nonostante il compleanno sia il loro, hanno deciso di farlo a noi un regalo: “XXV Paranoia Domestica”, una raccolta di tanti successi che loro preferiscono non chiamare cofanetto, per ovvi motivi scaramantici.
Vedere salire sul palco Cippa, Paletta, Noyse, Andrea e Gagno, imbracciare le armi e partire a volumi sparati è stato un tutt’uno, così come il susseguirsi di fan che uno ad uno – a volte anche in coppia – salivano sul palco, cantavano al microfono le canzoni, ovviamente non sbagliando una strofa, e poi via a fare stage diving per tornare a saltare in mezzo agli altri. A dirvela tutta non ho mai visto così tanti stagedivers in vita mia e soprattutto fiduciosi di non finire a terra!


Leggi anche: Los Fastidios W/ Lumpen + Shameless @ Alt-Art – Rende (Cs) 18.03.15


Un alternarsi di hit e pezzi vari a tutto volume, a tutto ritmo, a tutto pogo. Da “La Canzone Del Bosco” a “Antisocialism”, passando per “Isterico” “Alterazione Cerebrale” “Disgusto Totale” “I Chiromanti”, senza dimenticare il classico “Aca Toro”.
Cippa and co. non si sono risparmiati un minuto, livello altissimo per quasi due ore perché ai Punkreas non è stato certo concesso di chiudere con “Tutti In Pista”, no per i fan era ancora troppo presto! Altri tre pezzi e poi dj set, ma prima il saluto speciale di Paletta, Gagno e Noyse che sono volati sul pubblico.
Un pubblico misto, tante facce giovani ma anche tanti più grandicelli che sono cresciuti – e continuano a farlo – a ritmo di punk. Il punk non è morto, davvero, e se non ci credete andate a godervi il prossimo concerto dei Punkreas.
La serata è stata un delirio di salti e divertimento. Chissà però a chi è toccato a questo giro “il gioco del riconoscimento”…
Ad aprire la serata è stato Frankie Chavez con i suoi ritmi rock and blues, una garanzia sui palchi che spacca seriamente. Vivamente consigliato andare a vederlo.


Consulta anche: Agenda Concerti


Autrice: Romina Zago
red_arrows