FERRARA SOTTO LE STELLE 2016

Tra le bici, i parchi e le sue mura, Ferrara torna a confermarsi casa di uno dei festival più belli d’Italia anche quest’anno, per il ventennale di Ferrara sotto le stelle: una rassegna musicale nata nel 1996 e divenuta ben presto un vanto nel panorama internazionale, tanto per gli ospiti, quanto per la bellissima città che si tramuta nel loro personale palco.
A fare da sfondo alle sei giornate estive in cui si svolge il festival, il meraviglioso Castello Estense, che ospiterà tra giugno e luglio artisti molto diversi tra di loro.
In apertura, il 16 giugno, “Astro”, un insieme di live e dj set che subito saranno in grado di farvi apprezzare a pieno l’atmosfera stellare del festival: dall’elettronica del canadese Caribou (unica data italiana) alla sperimentazione visionaria di Four Tet, passando per il jazz-funk di Floating Points e l’elettro-pop dei Junior Boys, senza però dimenticare gli italianissimi Jolly Mare e Popolous.
Il 29 giugno è il turno del cantautore irlandese Glen Hansard che ci presenta la sua ultima fatica, Didn’t He Ramble, mentre il giorno seguente si colora di italianità, con I Cani e Cosmo.
Lunedì 4 luglio tocca a Wilco, che dopo 20 anni di carriera, ancora ci emozionano con la loro musica intrisa di blues, folk, country e pop; il concerto sarà aperto da Kurt Vile & The Violators.
Il 5 luglio il trio inglese Yak aprirà il concerto de The Last Shadow Puppets, la band formata dal leader degli Arctic Monkeys e Miles Kane, per la prima volta in Italia.
Quest’anno, infine, la chiusura di Ferrara Sotto Le Stelle è nelle mani di Mogwai, che suonerà Atomic, dieci brani selezionati e rivisitati dalla colonna sonora del documentario che la BBC4 ha dedicato a Hiroshima, “Atomic – Living in Dread and Promise”.

Se siete quindi desiderosi di immergervi completamente in un’atmosfera magica dove poter respirare buona musica, Ferrara sotto le stelle è probabilmente il festival che fa per voi.

AUMENTA IL LIVELLO DI ROMBO: SEGUICI SU FACEBOOK!

red_arrows