LIVE REPORT, PHOTO REPORT

[Revised Edition] Racconti dal concerto di Piotta alla Festa Rossa di Lari, feat. Asso, Coen e Dj Crazy Kid

Testi e foto di Maurizio Lucchini
Revised edition with the original setlist

Domenica 13 agosto, la Festa Rossa ha ospitato altri due interessanti concerti. Noi potevamo forse  non esserci?

I primi ad esibirsi, nella seconda serata al sapore di un Hip Hop a Denominazione di Origine Controllata,  sono stati Asso , Coen , e Dj Crazy Kid a rappresentare Mo’Fire Movement.


Mo’Fire Movement , è un collettivo nato nel 2012 , a cui hanno preso parte varie persone , entrate e uscite nel corso degli anni.
Attualmente è composto da Asso , Coen , Dj Crazy Kid ed Esercito Ribelle .
Nato come etichetta indipendente e organizzazione di eventi hip hop , ha organizzato molti eventi a Firenze e svariati live in toscana, così come aperture a gruppi più conosciuti.
Asso, è il più vecchio del collettivo, fa parte anche di un gruppo old school (Divieto) che al momento è fermo per impegni familiari degli altri componenti.
Dj Crazy Kid, oltre ad essere DJ , è anche B-boy e Beatmaker , anche lui veterano della scena hip hop toscana.
Coen è l’ultimo entrato ed è il più giovane , rappresenta un po’ la continuità dell’ hip hop classico nel collettivo.
Esercito Ribelle invece è un gruppo composto da Tenore, Tornado e Massiccio , costituisce la parte più sociale del collettivo , con del buon rap militante.
Ieri sera, oltre ad Asso, Coen e Dj Crazy Kid, sono intervenuti sul palco come ospiti , Rahstrada (dal collettivo Long Bridge All Stars) , Tenore (dall’ Esercito Ribelle) e Millow .

Eccoli nella prima photo-story della serata

E un video dal live stream Facebook

E’ ora il turno di Piotta, dalla sua partecipazione allo Joggi Avant Folk di qualche hanno fa, l’ho visto molte volte, ho sempre cercato di andare a vederlo ogni volta che era logisticamente e temporalmente possibile.
Qui in un piovoso 6 maggio a Livorno al The Cage, e pure qui.
Questa
invece la gallery del concerto durante un freddo inverno al Lumerie di Pisa di Sonia Golemme.

Torniamo a Lari, alla Festa Rossa, sono da poco passate le 22,30 quando salgono sul palco Davide “Pad” Palmisano al basso, Marco La Fratta alla chitarra e Claudio Cicchetti  alla batteria…

… ed iniziano ad incitare il pubblico, già pronto ed entusiasta, invitandolo a chiamare, a squarciagola, Piotta.

E’ ora il turno di Piotta e Marvel Mex.
Due frenetiche ore di musica non stop, in cui Tommaso e la band tirano fuori il meglio di loro, cantando una selezione del vastissimo repertorio musicale di Piotta, brani che ci raccontano la sua storia, le sue origini, le sue tantissime collaborazioni.
Ed ecco uscire Vino, Tabacco e Venere insieme a Tonino CarotoneSto troppo avanti con Caparezza, 7 Vizi Capitale con Muro del Canto, e poi Colle der Fomento.

Sul palco sono scatenati, saltano corrono, girano, piroettano, non riescono a stare fermi

ma la gente, sotto le transenne, certo non è da meno

 

Due ore, di concerto, con lui ci siamo abituati a concerti così lunghi, eppure il tempo sembra non bastare.
E’ ora dei bis, la band scende dal palco per prendere un po’ fiato ma il pubblico non resiste ed inizia ad intonare ad alta voce La grande onda e sicuramente l’avrebbe cantata tutta, fino a quando Piotta non fosse uscito.
Riprende il concerto per gli ultimi pezzi, in una calda, ma non troppo, serata toscana di metà agosto.
Post concerto ci fermiamo un po’ a scherzare con loro.
Tommaso lo ritroviamo circondato da donne, e uomini, di tutte le età che chiedono a gran voce di fare dei selfie, riusciamo a raggiungerlo solo per un saluto veloce.
Stefano, è al banchetto, probabilmente la punizione per essere di Latina! Stefano Marvel Mex sul palco l’ho conosciuto un po’ di anni fa allo Joggi Avant Folk Festival 2015,  e mi è piaciuto subito il suo modo di stare sul palco e di rappare, l’ho visto duettare in un free style con Debbit e mi ha proprio convinto.
In quell’occasione ho scattato un bel po’ di foto, che ora non ritrovo più, la maggior parte mi sono reso conto di averle fatte a lui.
Ah no, non è amore 🙂 
Ad ogni modo mi interesserebbe davvero andarlo a vedere in qualche progetto in cui è lui primo protagonista sul palco.
L’altro giorno ho letto da qualche parte, forse sulla pagina facebook di Piotta (ma ora non lo trovo più): Marvel Mex “corista”, per favore toglietelo!
Last but not least, nella photo story in fondo all’articolo, scovate la foto in cui Marvel Mex fa le veci di Gue Pequeno.
Guè pequeno, già protagonista in Piotta è morto, nella stessa serata. Se siete curiosi di sapere che relazione ha con Piotta è morto, guardate il video facebook realizzato da Federico Cipriani, (è un video di 10 minuti, ascoltatelo e nel mezzo troverete la risposta).

Passiamo ora a Claudio, bravissimo batterista, a mio parere troppo timido giù dal palco. E’ l’unico che non sono riuscito a vedere, né a parlarci, prima o dopo il concerto.

Davide, un ottimo bassista, una cavalletta sul palco, in grado con balzi altissimi e continui (chi vince tra lui e il chitarrista Marco? lo scoprirete nella photo-story), ha solo tre difetti: non usa i social e quindi è difficilmente raggiungibile, non mi ha ancora mandato la setlist della serata – eh si questa volta ho scordato di rubarla, come sono solito fare, terzo ha qualche gusto musicale discutibile. Ma gli vogliamo bene ugualmente.

Marco, ultimo ma non certo per importanza, sul balco è una bestia (nel senso positivo eh) sia alla chitarra che al basso, giù dal palco è sempre un piacere  fermarsi a parlare con lui, è simpatico, divertente, non se la tira. Lo sponsorizziamo! Poi è quasi l’unico che ci risponde negli MP facebook, che interagisce con noi e risponde ai nostri stupidi questionari.

Oltre a loro, ci sono state altre persone importanti per quel concerto, tutta l’Associazione La Rossa, un nutrito gruppo di persone che hanno voglia di fare, di lottare  e senza il quale tutto questo non sarebbe stato possibile, Lisa Bertini e Paolo Papucci  che ci stanno supportando (e probabilmente sopportato) nei vari concerti alla Festa Rossa di Lari, e gli altri di cui non conosciamo il nome, ma che scopriremo a breve perché li abbiamo fotografati ed è giunto ora il momento di taggarli.

Il primo dei concerti che abbiamo fatto alla Festa Rossa di Lari edizione 2107 è stato Inoki Ness che potete leggere qui.
Un concerto faticoso da fotografare perché per buona parte dell’evento le luci rosse hanno fatto da assoluto protagonista.
Memori di questo fatto, ed appurato che la band di Piotta, non aveva esigenze specifiche o direttive particolari per quanto riguardava l’illuminazione, abbiamo deciso di parlare col tecnico luci, giusto per vedere se fosse stato possibile venirci un po’ incontro in questa serata, con qualche luce bianca in più. Conversazione educata e rispettosa da ambo le parti, ma forse il tecnico si è risentito della richiesta ed il risultato è stato 99,8% del concerto con luce rossa fissa.
Stasera saremo di nuovo lì, per il concerto di Diaframma, che facciamo preghiamo la madonna che ci dia le luci bianche o chiediamo al tecnico di darci solo luci rosse, in questo modo, per ripicca, magari spegnerà pure quelle lasciandoci completamente al buio? Domani ve lo sapremo dire. 

UPDATE del 22/08/2017  – Ecco finalmente la setlist della serata (per la prima volta non siamo riusciti a rubare la setlist, ma le nostre risorse sono infinite, abbiamo quindi spurodatamente corrotto il grande Davide “Pad” Palmisano ed ora eccola qui)

INTRO

TOMMY THE GUN

KITTY

NEMICI+ROMA CALLING

MAMBO DEL GIUBILEO

A TESTA ALTA

LA FORZA CHE SCORRE

LIMP BIZKIT (mash-up) dedicato a Primo Brown

WOT+FREESTYLE

CLANDESTINO

VITO TABACCO E VENERE

SPINGO IO

SEI MEGLIO TE

LA MOSSA DEL GIAGUARO

PIOTTA E’ MORTO

TROPPO AVANTI

Ed eccoci all’acclamato bis:

TAVERNA VIII COLLE

SUPERCAFONE

SETTE VIZI CAPITALE

LA GRANDE ONDA

 

Nel frattempo godetevi  la photo-story del concerto di Piotta

Ed an che paio di video dal live stream Facebook

 


 

Utilizzando questo sito web accetti di accettare la nostra Privacy Policy e and i Termini e Condizioni