LIVE REPORT, MEDIAPARTNER

Joggi Avant Folk 2017 – Day 1 – Assalti Frontali – Foja e DJ Lugi

0

Benvenuti alla prima giornata di questa ventesima edizione di Joggi Avant Folk.

Lo Joggi Avant Folk è un festival musicale, culturale ed artistico che si svolge da 20 anni nel splendido borgo di Joggi, piccola località del Comune di Santa Caterina Albanese, in provincia di Cosenza.

Nato nel 1998, grazie ad un gruppo di ragazzi del piccolo centro di Joggi con l’idea di unire sotto lo stesso progetto musica e altri appuntamenti che spaziano dall’arte alla letteratura, dal cinema al teatro, lo Joggi Avant Folk rappresenta oggi una delle esperienze di festival più straordinarie di partecipazione e aggregazione dal basso esistenti in Italia.

Il festival negli anni ha ospitato diversi gruppi tra i quali Tonino Carotone, Brunori Sas, Piotta, Dimartino, Lou Dalfin, Punkreas, Adriano Bono, Espana circo este, Figli di Madre Ignota, Federico Cimini, La rappresentante di lista, Altre di B, Nobraino, Arpioni, YoYomundi, Bisca, CaponeBungt&Bangt, Malacaton, Marzouck Mejri, Massimo Ferrante, Buzzy Lao, Bobo Rondelli, Lautari din rosoi, Spasulati Band, Nuju, Bauls of Bengal e tanti altri ancora. Diversi poi gli appuntamenti teatrali insieme a momenti di conoscenza come presentazione di libri, documentari, spazi e laboratori per bambini.

Da ormai 20 anni sulla scena lo Joggi Avant Folk, interamente autofinanziato, continua a guardare avanti grazie a un progetto culturale, ricco di idee e contenuti, di lavoro, di condivisione, di partecipazione.
 

Foto di Radio Ciroma

La giornata è iniziata con la presentazione del libro Soli Contro Tutto di Militant A degli Assalti Frontali.

Potete ascoltarla tramite la diretta facebook a cura di Radio Ciroma

 

La serata musicale invece inizia con  i Foja.

I Foja nascono nel 2006 dall’unione di 4 musicisti napoletani: Dario Sansone (autore e voce), Ennio Frongillo (chitarra), Gianni Schiattarella (batteria) e Giuliano Falcone (basso).

Il nome della band lascia da subito intuire il loro spirito, la foja, in italiano foga è qualcosa che brucia dentro, una fiamma che tiene vivi, infervora l’anima.

Dal 2007 cominciano a suonare in giro per l’Italia, partecipando a diversi festival nazionali, manifestazioni e tanti sono i live che li vedono protagonisti.

Nel 2008 arriva il primo riconoscimento, il loro brano ‘Nun ‘o ffaje’ viene selezionato per entrare nella compilation ‘Dietro la nuca della città’ ricco di importanti collaborazioni come quella con Enzo Gragnaniello, i Bisca, gli A 67 e Ciccio Merolla.

Nel 2009 un altro loro brano ‘Uocchie Sicche’ entra in una compilation, ‘This is Naples’ Vol 1 prodotto dalla rivista di musica indie Freakout per festeggiare i 20 anni di pubblicazioni insieme con gli esponenti più importanti della musica indie napoletana. Sempre nel 2009 il brano ‘Se po’ sbaglià’ viene utilizzato nella colonna sonora del film ‘Una montagna di balle’.

Nell’estate del 2010 arriva un grande palco ed una grandissima occasione, l’apertura del concerto di Eugenio Bennato al Meeting del mare.

Il primo disco viene presentato nel 2011, ‘Na storia Nova’ con l’etichetta indipendente Full Heads/Materia Principale e la produzione artistica di Fabrizio Fedele (Osanna), un album molto fortunato giunto alla terza ristampa. Il singolo ‘O sciore e o’ Viento’ ha da subito un grandissimo successo e ad oggi resta uno dei brani a cui i fan sono più affezionati. Il video è stato realizzato da Alessandro Rak, noto e stimato fumettista italiano, regista del film di animazione pluripremiato ‘L’arte della felicità’.

‘Na storia Nova’ porta i Foja a viaggiare in Italia ed Europa e a chiudere circa 350 date, con partecipazioni importanti come quella al Giffoni FIlm Festival, l’apertura del concerto degli Almamegretta al Rock In roma e ancora l’apertura del concerto dei Subsonica all’Arenile.

Nel 2010 i Foja decidono di organizzare un grande evento a Napoli, nella loro città, in una cornice spettacolare, il Teatro Trianon, che riescono a riempire completamente!

Nel 2011 tornano a produrre qualcosa di nuovo e lanciano il singolo inedito ‘Tu me accire’, una ballata che conquista tantissimi cuori ed anime accompagnato dal video diretto da Simone Veneruso e Chiara Grassi.

Nel dicembre 2012 lanciano l’Ep live digitale ‘Foja Live 24/02/2012’ registrato al concerto sold out tenuto al Teatro Trianon di Napoli e nello stesso anno lanciano la loro App Iphone con brani inediti.

Nel 2013 i Foja vengono chiamati ad aprire il concerto di Manu Chao alla Mostra d’Oltremare di Napoli, un concerto che riscuote grandissimo successo e nel quale la band fa ascoltare alcuni dei brani composti per il secondo album.

Nel 2013 viene presentato il secondo disco ‘Dimane torna o sole’ con l’etichetta indipendente Full Heads e lo studio Mad Ent con la produzione artistica di Claudio Domestico (Gnut). Come per il primo disco, anche per Dimane torna o sole i Foja hanno scelto di collaborare con tantissimi musicisti italiani di fama internazionale, convinti che dalla condivisione possano nascere sempre grandi note. Con questo album, si aggiunge un nuovo e validissimo componente alla band, il polistrumentista Luigi Scialdone (Fitness Forever), che con i Foja suona chitarra, mandolino e ukulele e che presta anche la voce nei cori.

Uno dei singoli del disco ‘A malia’ è stato scelto per la colonna sonora del film di animazione di Alessandro Rak e Luciano Stella ‘L’arte della felicità’, un traguardo davvero importante per la band, che ha portato la loro musica in moltissime città italiane ed estere, fino alla lontanissima India!

‘A malia’ tra l’altro si è conquistata un posto tra le candidature del prestigioso premio David di Donatello e dei non da meno “Nastri d’Argento”, come migliore canzone originale.

Sempre nel 2014 un’altra importante collaborazione, un brano inedito ‘Da sule nun se vence maje’, scritto da Alessandro Siani con le musiche di Dario Sansone e gli arrangiamenti curati dalla band.

 

Chiudono la serata gli Assalti Frontali, uno dei migliori RapShow in circolazione, con 9 dischi all’attivo.

 


Ma la notte è ancora lunga, e sarà DJ LUGI aka Boogie Lou a farcela trascorrere.
Chi è DJ Lugi?

Luigi Pecora conosciuto perlopiù come DJ Lugi, ma anche come BoogieLou, Lugisoul, Louis o Luvigiù (8 gennaio 1969) è un rapper, disc jockey e beatmaker etiope naturalizzato italiano.

È considerato uno dei più importanti promotori della cultura hip hop e dell’underground rap italiano[1][2], avendo contribuito sia alla nascita sia alla diffusione di tale cultura nella penisola[3]. Appartenente alla cosiddetta golden age degli anni ’90, può vantare collaborazioni con i maggiori esponenti della scena del periodo, come Neffa, Fritz da Cat, El Presidente, Kaos One, Inoki e Fabri Fibra, solo per citarne alcuni; continua ad essere attivo nell’ambiente underground, ritrovandosi anche al fianco di artisti internazionali del calibro di MF Doom o dei De La Soul

Le foto e i video dell’articolo, dove non diversamente specificato, sono di proprietà di Joggi Avant Folk

Leggi gli altri articoli di Dafenproject su Joggi Avant Folk