LIVE REPORT, MEDIAPARTNER, PHOTO REPORT

Joggi Avant Folk 2017 – Day 2 – The Zen Circus – Al The Coordinator – Fabio Nirta

0

Testi, foto e video a cura di Antonio Serra

Arrivare a Joggi non è poi così difficile come sembra. Qualche tornante, è vero, ma quando poi scendi dall’auto il piccolo borgo ti ripaga con affetto e calore. La prima volta che venni fu più di dieci anni fa e da allora quasi nulla è cambiato. A cominciare dallo storico murales che ti accoglie dalla provinciale e ti da il ben venuto, fino ai banchetti artigianali, le associazioni, quel senso di casa. Anche gli stand con cibarie sono rimasti uguali: pasta e spezzatino lì sulla destra, griglia e panini sulla sinistra.

Arrivi a Joggi e ti sembra di tornare a casa, anche se non ci sei mai stato prima. Lorenzo dietro ai suoi occhiali ha lo sguardo indaffarato e gli artisti condividono chiacchiere e bicchieri. Nella sacrestia della chiesa che fa da sfondo al palcoscenico ci sono esposte foto e quadri. To Lynn dipinge con tratto inconsueto pezzi di storie, con un dinamismo visivo che mima il movimento tridimensionale nello spazio filmico delle tele bianche, sporcate da pochissimi colori. Più tardi la troverò nel pubblico in trepidante attesa di una canzone (solo una, dice) degli Zen Circus.

Il mio panino si volatilizza in un battibaleno e la birra presa all’alimentari di fronte credo avesse la bottiglia bucata, poi è già tempo di musica e per l’apertura si va sul sicuro: Al The Coordinator è il nuovo talento calabrese che sta facendo parlare di se, un po’ da per tutto in Italia, attraverso il suo folk che racconta delle montagne della Sila, di boschi e paesini, amori e viaggi. Una tecnica sopraffina applicata a chitarra acustica e banjo impregnata di Mississippi con incursioni nel bluegrass e nel western e retrogusti Nashville.

Foto di Antonio Serra

Foto di Antonio Serra

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come fosse un Merle Heggard calabrese, il giovane Aldo porta a temperatura il già folto pubblico che apprezza sonoramente praticamente tutti i pezzi che il barbuto musicista intona con la sua voce calda e profonda. Concede pure una meravigliosa interpretazione di Girl From Another Country di Dylan e poi alla fine del suo set in molti chiedono il bis a gran voce, ma i tempi sono risicati e bisogna raccogliere cavi e strumenti.

Lorenzo prende la parola dal palco per fare doverosi ringraziamenti ed introdurre la filosofia del festival arrivato alla ventesima edizione e fondato su impegno sociale, pensiero globale, vivere locale e temi importanti. Poi lascia spazio ai roadies degli headliner che in meno di venti minuti preparano tutto per lo show che stasera ha radunato tanta, ma proprio tanta, gente.

Entrano alla spicciolata gli Zen Circus e partono col botto. La Terza Guerra Mondiale si scatena sui gradini della chiesa di Joggi e prosegue con canzoni contro la natura ed inni sui vent’anni.

Foto di Antonio Serra

Gli Zen non risparmiano una sola goccia di sudore e danno vita ad uno spettacolo pirotecnico nel quale la gente si dimena come in pochi altri concerti.

Foto di Antonio Serra

La doppietta Andate Tutti A Fanculo/Ilenia genera un marasma generale ed ovazioni a più riprese. Non lasciano scontenti nessuno i tre pisani (più uno) e quando tutto si chiude con i bis sembra che tutto sia stato perfetto.

Foto di Antonio Serra

Foto di Antonio Serra

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Insieme ad altri pochi riesco a ficcarmi nel backstage per un saluto mentre la band si gode il meritato successo, poi torno in zona Dj Set, ché c’è Fabio Nirta: una sicurezza ormai per tutti, sempre, dovunque vada, che siano festival famosi o locali alternativi. Terrà banco fino a tarda notte e farà ballare tutti senza pietà.

Foto di Antonio Serra

Quando un’altra serata di grande musica s’è conclusa, torno a casa a prendere fiato per il venerdì: terzo giorno di Joggi Avant Folk, c’è Peppe Voltarelli.

 

E a seguire alcuni video dal Facebook Live Stream della serata 

Quattro chiacchere pre serata con Fabio Nirta

Saluti pre-concerto: Al The Coordinator

Apre a seconda serata di Joggi Avant Folk il live di Al The Coordinator

Al The Coordinator suona Girl From Another Country di Bob Dylan a Joggi Avant Folk

 

 

The Zen Circus a Joggi Avant Folk

 

Andate tutti a…Joggi Avant Folk con gli The Zen Circus

 

Dj Set di Fabio Nirta allo Joggi Avant Folk

The Zen Circus nel back stage di Joggi Avant Folk

 

Leggi tutti gli articoli di Dafenproject su Joggi Avant Folk