Una serata insieme a Spartiti (Jukka Reverberi+Max Collini) + Aeroflot feat. Collettivo Radio Mosca alla Festa Rossa di Lari

Testi e foto di Maurizio Lucchini

Dopo l’accordo raggiunto durante un incontro segreto tra Nikita Sergeevič Chruščёv e Fidel Castro nel luglio scorso, ieri sera, 19 agosto 1962, alla festa del Коммунистическая Партия Советского Союза (Kommunističeskaja Partija Sovetskogo Sojuza)  nella ridente cittadina di Larigrad, si sono svolti due grandi concerti.

Il primo ad esibirsi, il Аерофлот феат. Цоллеттиво Радио Мосца (Aeroflot feat. Collettivo Radio Mosca), un complesso musicale (o detta all’occidentale: band) realmente fedele alla linea.

Ci ha intrattenuto con 6 brani musicali:

 

инно иРДЦ

Гласност

Ъуанто грано

Хуго

Демоцразиа цинголата

Тоглиатти ал маре

 

 

 

 

 

 

 

Eccoli in alcune immagini di repertorio forniteci dal quotidiano правда

 

e un cortometraggio (“democrazia cingolata”) realizzato dal compagno cugino di Sergej Michajlovič Ėjzenštejn

 

Oltre a deliziarci con composizioni musicali, gli Aeroflot feat. Collettivo Radio Mosca ci hanno intrattenuto con giochi tipici della cultura sovietica, quali ad esempio ил пранзо è сервито, una prova di fortuna e cultura, durante la quale una ruota gira per un tempo indeterminato per poi fermarsi su un simbolo. Lo spettatore che avrà indovinato il simbolo potrà vincere uno dei rari dischi per grammofono del gruppo musicale.

Tra gli inviati al gioco anche tovarisch Max Collini (Мах Цоллини), che putroppo non riuscirà ad aggiudicarsi il premio.

Ma… colpo di scena, il comitato centrale, lo inviata a rimanere sul palco per esibirsi di fronte al popolo, e lui lo fa avvalendosi del capo macchinista Jukka Reverberi (Юкка Ревербери) e dell’addetto sostituto ai sistemi di elaborazione digitale delle immagini video (già membro di Aeroflot feat. Collettivo Radio Mosca).
Mentre il compagno Jukka crea  le sonorità tramite l’uso di calcolatori di ultima generazione e chitarre elettriche, Max decanta storie risalenti al secolo scorso, voce narrante di epiche vicende di lotta politica, di vita quotidiana e di intrecci tra le due in un progetto dal nome спартити (spartiti).

Eccoli in azione in questa galleria di immagini

e in queste due videografie