NEWS

Peacedrums, un bellissimo progetto fatto naufragare dal’amministrazione di Lampedusa

0

Alcuni giorni fa, vi abbiamo parlato di un interessantissimo progetto: PEACEDRUMS: Oltre 100 artisti e associazioni da 14 paesi per un concerto diffuso da Lampedusa il 23 settembre 2017.

Eravamo entusiasti per questa iniziativa che riuniva sul palco dell’isola: Roy Paci, Modena City Ramblers, Africa Unite, Eugenio Finardi, Lo Stato Sociale,  Zibba, Francesco Taskayali, Punkreas, Raphael, Lele Sacchi, Tony Esposito, Pollio, Paolo Marzocchi, Enrico Intra, Alessandro Haber, Joxemi (Ska-p, Llendakaris Muertos), Statuto, Chekib Ainar, Emmanuel Chrysis, Sylvia Ponchai, Jimphabul, Julien Saïman, Walid Bub, Dit Bohème, Nadjib Sellal, Qalid Kadi.

Purtroppo questo evento, in quei termini, non si terrà, perché il sindaco dell’isola Totò Martello ha scelto di non stanziare più i fondi per la parte tecnica del concerto, previsto per il 23 settembre prossimo,  in corrispondenza alle sue ultime dichiarazioni fatte alla stampa sul tema dell’accoglienza ai migranti.

Lo staff di Peace Drums con profondo rammarico ha deciso quindi di ridimensionare l’evento che, nel rispetto delle centinaia di associazioni e artisti aderenti all’iniziativa, verrà trasmesso in rete anche se in forma ridotta.