PHOTO REPORT

Photo Story di Motorspycho e Hakon Gebhardt al The Cage di Livorno

Ieri, 4 novembre 2017, a Livorno la giornata era tardo estiva, una estate di San Martino in anticipo sul calendario.
Faccio circa 1000km in autobus, aereo, taxi e poi auto, per arrivare, al The Cage, giusto in tempo per godermi i Motorpsycho e pure Håkon Gebhardt.

Håkon Gebhardt,  polistrumentista norvegese, ora trasferito nella più calda Firenze, è stato in passato batterista degli stessi Motorpsycho e, ieri si è trovato ad aprirgli il concerto.
Pochi brani, 3, forse 4,  in acustico alternati a qualche racconto in anglo-italiano, sono bastati per  scaldare un The Cage pieno di persone venute da buona parte d’Italia.

Foto di Maurizio Lucchini

Terminata l’introduzione di Håkon Gebhardt, ci vogliono solo alcuni minuti prima veder salire, su un palco stracolmo di attrezzature, i Motorpsycho, nella loro seconda data italiana, arrivati dal Campus Industry Music di Parma, con un autobus così grande da occupare metà dei parcheggi del teatro.

Eccoli in alcuni momenti di un piacevolmente lungo concerto.

Foto di Maurizio Lucchini

Utilizzando questo sito web accetti di accettare la nostra Privacy Policy e and i Termini e Condizioni