LIVE REPORT, PHOTO REPORT

Contaminazioni di genere: La fotostoria di Gazebo Penguins, Metropol, Na Na Na Na al Lumiere di Pisa

Energia, Pogo, Erotismo e attenzione alle questioni legate all’identità di genere: questi i 4 ingredienti che hanno contraddistinto il venerdì dopo le ceneri, al Lumiere Pisa.

Aprono la serata la band maceratese NA NA NA NA.


La prima volta che li ho sentiti la mia mente correva avanti e indietro, senza soluzione di continuità, tra il singolo dei My Chemical Romance  e il tema di Batman.
Forse è stata questa curiosità che mi ha spinto ad ascoltarli la prima volta su Soundcloud.
E ora mi trovavo a vederli dal vivo, da poco passate le 22, sul palco del Lumiere.

I NA NA NA NA cedono il posto sul palco alla band viareggina Metropol.

I metropol si presentano con una formazione ampliata, infatti sul palco troviamo, per la prima volta, un quarto componente: Giacomo  che si aggiunge ai 2 Francesco e a Federico.

 

Il tempo corre in fretta, sono le 23:30 è il turno dei Gazebo Penguins, nella data Pisana del Farabola Tour.

Dobbiamo dire forse qualcosa sui Gazebo Pinguins? Davvero non li conoscete? Naaaaa.

 

 

E’ da poco passata la mezzanotte e mezzo, il concerto finisce e, mentre al banchetto dei Gazebo Penguins c’è una coda di persone tanto lunga da far invidia agli uffici postali, sul palco inizia il DJ Set.
Altro genere rispetto alle band della sera, ma non meno piacevole.

Negli spazi percorsi per arrivare alla sala, tavoli arredati con divertenti sex-toy, sexy sorprese e preservativi a gogo, portati da Mysecretcase, insieme a un cartoncino con l’eloquente scritta “un orgasmo? meglio due!” che offre uno sconto di 10 € sull’acquisto del prossimo prodotto dal sito.

Mentre a Pisa due settimane fa, un famoso pasticcere ha presentato Il Dolce Pendente dedicato alla Torre di Pisa

sui tavoli del Lumiere, troviamo invece un ergonomico dildo raimbow, con le sembianze del, famoso in tutto il mondo, campanile di Piazza dei Miracoli.

Questa bellissima iniziativa è nata grazie alla particolare attenzione  del Lumiere verso le tematiche legate all’identità genere.

 

Testi e foto a cura di Maurizio Lucchini

 

Utilizzando questo sito web accetti di accettare la nostra Privacy Policy e and i Termini e Condizioni