LDB – Un nuovo diamante Rap esce da casa Sony

Recensione a cura di Michele Quartucci

Sonorità Black, Funk, Rock, Soul, e quel sound da vecchia scuola anni novanta sono raccolte in MoonCola, il primo EP di LunchBoxDave (aka David Munkola) in uscita oggi, 19 aprile

David, ragazzo romano, cresciuto in giro per il mondo, ci rivela le varie sfaccettature del proprio carattere e della propria musica. Cinque brani, diversi ma uniti per stile e calore, che raccontano i vari aspetti di un ragazzo romano con un gusto sopraffino per sonorità ben studiate e rime di tutto rispetto (in alcuni passaggi un po’ acerbe, ma bisogna essere veramente molto pignoli per coglierle, n.d.r.).

LunchBoxDave ha inserito in MoonCola anche i due brani di debutto: “Leg day” e “10K ore”.

In questi due brani, Dave ci racconta i suoi valori fondamentali: perché per essere il migliore, in qualunque campo, ci vogliono sacrifici che, in un primo momento, sembrano inutili o non fondamentali (Leg day). Questi sforzi hanno bisogno di tempo per sedimentare nella nostra pratica quotidiana, in cui siamo impegnati a commettere i nostri errori e porne rimedio (10K ore). I due brani sono ad apertura e chiusura del disco, forse non a caso, perché con un testo più personale e maggiormente identitario.

Nelle altre tracce, il divario tra social e vita reale dove impegno e conoscenza si scontrano con velocità e carenze di chi crede di essersi realizzato solo per la capacità di coinvolgimento di un pubblico vuoto (04 – Mettimi sto like). La volontà di poter migliorare la propria situazione di vita, partendo da umili origini, ritorna, come negli anni ’50 – ’60 del secolo scorso la necessità di migliorare la propria vita rispetto quella dei propri genitori, magari prendendo vie che non sempre rappresentano i nostri migliori valori, ma ci hanno lasciato estranei ad altri vortici autodistruttivi (02 – Blue Bentley). La celebrazione per i risultati ottenuti (oh, Dave è sotto contratto con Sony), attraverso tutte le cose belle che LBD ama della vita: cibo, nello specifico il confort food (quello grasso e unto), gli amici della crew e gli eroi dei fumetti (03 – Sogno).

Insomma, saremmo molto felici se sentissimo parlare ancora di LBD nei prossimi mesi e siamo ancora più esaltati che una major come Sony si dedichi nuovamente ad artisti emergenti che non provengano da un mondo già patinato e brevettato come i talent.

A tutti voi, buon ascolto!