William Wilson esce con il nuovo singolo Draculesti Freestyle

William Wilson, rapper di casa Sparo Parole Records, torna il nuovo singolo “Draculesti Freestyle”.
 
Per farlo, sceglie la cornice d’eccezione del LowL Fest: la presentazione del singolo è prevista durante l’esibizione dell’artista al festival lodigiano, in concomitanza con la distribuzione dell’intera discografia su Spotify, Apple Music e tutti i canali di streaming online.
 
Dopo Lights Out, Draculeşti Freestyle è il secondo singolo pubblicato per l’etichetta Sparo Parole Records.
 
Il brano, il cui videoclip è stato diretto da Gianluca Colombo con supporto video di Simone Cremonesi, è un freestyle diverso da quello a cui ci ha abituato l’artista: pur rimanendo sullo stile noir, William decide di non prendersi troppo sul serio e divertirsi con queste barre libere e dirette ispirate alla figura di Vlad Dracula, prodotte da Sick Budd.
 
“Sono sempre stato un amante delle atmosfere cupe, le nuance ottocentesche e quella cornice vittoriana che aleggia sui libri vecchi che narrano di personaggi stravaganti e fuori dal comune. In tv davano Dracula di Francis Ford Coppola e mi sono immedesimato in lui e nella sua storia” ci dice William Wilson.
 
Oltre al videoclip su Youtube, il brano è online sui migliori digital store.

 
BIOGRAFIA

Il personaggio “William Wilson” nasce ai 13 anni di Matteo Scataglini (rapper nato ad Aprilia, classe ’88 e residente nel lodigiano), con i primi approcci alla scrittura in rima e alla street culture.

Le sue pubblicazioni iniziano nel 2013 con l’LP “Il Teatro delle Illusioni” e, a seguire,  “Spleen” e “Lavembergi”.

A contraddistinguere la poetica dell’artista sono le visioni da incubo dove personaggi grotteschi fanno da sfondo a un visionarismo contemporaneo mescola il reale e il surreale.
 
La struttura metrica è focalizzata sulla creazione di immagini forti tramite la scelta di un lessico tagliente e oscuro: un’immaginazione che supera il visibile e trova conferma in un caos emotivo quanto scritturale.
 
Sulle cupe note prodotte da Sick Budd, producer milanese, William Wilson narra il suo diario di bordo: un incessante errare iniziato nei luoghi più ombrosi dell’anima sotto piogge di pensieri irrequieti, nostalgici, infantili, teatrali e a tratti autodistruttivi e irragionevoli, che trovano conferma nel riavvicinamento a un rap di letteratura, scuola e knowledge di cui l’artista si è sempre fatto portavoce.

L’8 marzo 2019, la pubblicazione dell singolo “Lights Out” sancisce l’entrata dell’artista nel roster dell’etichetta Sparo Parole Records di Giuseppe Della Mura.