VINCENZO SALVIA: dopo Stranger Things, la realtà non è mai stata così aumentata come oggi

La realtà non è mai stata così aumentata

Dopo aver visto un brano nella soundtrack di Stranger Things, è uscito, per Tataki Records – la prima label vaporwave italiana, il nuovo singolo di Vincenzo Salvia dal titolo “We Are Nothing But A Game” (feat. Mental Exile): la realtà non è mai stata così aumentata.

“We are nothing but a game” è una classica ballata Outrun composta dal produttore italiano Vincenzo Salvia, ben conosciuto per la sua lunga esperienza nella scena Synthwave e per il suo brano inserito nella colonna sonora della terza stagione di Stranger Things.
La meravigliosa voce di Mental Exile (progetto parallelo del vocalista del fortunato duo synthpop Mondträume) dà un tocco magico alla loro collaborazione.

BIO

Nato e cresciuto in una nuvolosa città del Sud Italia, ho iniziato ad avvicinarmi alla musica sin da bambino. A 6-7 anni suonavo i cucchiai di legno di mia madre.
Adoravo suonare “In the air tonight” sulle mie sedie di paglia ma ho dovuto smettere dopo averle rotte tutte, e quindi ho suggerito ai miei genitori di comprare delle sedie di legno e magari anche di cambiare strumento, così ho iniziato a frequentare lezioni di piano.
All’età di 14 anni sono passato alla chitarra, suonando in alcune band rock e metal ed esibendomi con i miei primi concerti dal vivo qua e là in Italia.
Nel 2004 mi sono innamorato della musica elettronica e ho iniziato il mio primo progetto one-man-band: “Schatten”, già con quel tocco anni ’80.
Nell’estate del 2011 ho cambiato il moniker “Schatten” nel mio vero nome, Vincenzo Salvia, e ho iniziato a lavorare anche per alcuni spot televisivi (Mediaset) e colonne sonore.
La svolta è stata l’estate del 2012, quando ho pubblicato “Voyage”, il mio primo vero album synthwave, e sono entrato ufficialmente nella scena.
Nel 2017 mi sono trasferito a Milano e ho iniziato i miei spettacoli dal vivo qui in Italia e in Europa (Berlino, Londra, Malta, ecc.).
Il 2018 è l’anno di Stranger Things 3: Il mio brano “Italian Gigolo” è stato incluso nel primo episodio.