[RECENSIONE] I Riva hanno fatto un po’ di cose. E noi le abbiamo ascoltate.

Recensione a cura di  Giuseppe Visco

HO FATTO UN PO’ DI COSE è il nuovo EP dei RIVA, in uscita oggi,  4 giugno, per Futura Dischi (distr. Epic Records / Sony Music).

Per il trio napoletano, “Ho fatto un po’ di cose” rappresenta un tassello destinato  ad essere ricordato.
Già la prima traccia “Cele una cosa_intro” dà l’idea di quello che sarà il ‘percorso’ musicale dell’EP, una domanda diretta, cruda, violenta: “Chi è che ama di più?”. La tematica dell’amore è una delle costanti nelle 7 tracce che compongono l’EP.

Un lavoro molto interessante, questo dei Riva che uniscono indie-pop a elementi dell’elettronica.
Tracce che risultano melancoliche e introspettive, un lavoro che offre all’ascoltatore spunti di riflessione sul proprio io e “alla stabilità mentale”.
Lavoro che è frutto delle esperienze dei componenti della band, dei vissuti personali, delle gioie, delle delusioni.

Un EP molto interessante, da tenere sott’occhio. Lavoro in cui elettronica, indie, pop e R&B si scontrano come due amanti per poi chiedersi “Chi ha amato di più?”.
La risposta non c’è, perché ciò che ne viene fuori è un matrimonio – allargato – ben riuscito.

I Riva sono un trio napoletano e dopo un viaggio a Berlino nel 2018 completano Ossa – poi parte dell’EP “Buona fortuna così”. Ed è proprio grazie a quell’EP che iniziano a farsi notare nel panorama musicale, attirando sempre più ascoltatori su Spotify.
La loro particolarità è la polivalenza: gli artisti non hanno un ruolo predefinito ma sono intercambiabili.

Ad “Ho fatto un po’ di cose” seguirà il loro primo tour ufficiale.

 

 

BIOGRAFIA
I Riva sono in tre e sono napoletani. Ognuno di loro ha attraversato diverse vite e differenti esperienze artistiche. Il percorso recente dei Riva inizia con un viaggio a Berlino nel 2018, in cui completano il primo singolo – Ossa – di quello che poi sarà l’EP “Buona fortuna così” (suonivisioni/oyez! – 2019).  Grazie a “Buona fortuna così” sono artista del mese su MTV New Generation e compaiono per diversi mesi, e con canzoni diverse, nelle playlist editoriali di Spotify. Il loro approccio alla musica è abbastanza atipico, o semplicemente moderno: non esiste un chitarrista, un tastierista o un bassista, ma i ruoli cambiano a differenza delle esigenze e dell’ispirazione.
Nel 2020 l’entrata in Futura Dischi. Il nuovo corso inizia a Ottobre 2020 e continua nel 2021. La band riceve il supporto delle principali playlist indie ( Indie Italia, Indie Triste, New Music Friday).
Il 4 Giugno sarà pubblicato l’Ep “Ho fatto un po’ di cose” al quale seguirà il primo tour ufficiale della band.