[RECENSIONE] “Sulla strada” dei Night Beats

Recensione a cura di Giuseppe Visco

“Oltre le strade sfavillanti c’era il buio, e oltre il buio il West. Dovevo andare.”

Basta chiudere gli occhi e ci si ritrova in compagnia di Sal, Dean e Laura. Sì, On the road, quella di Kerouac.
Capolavoro della beat generation, vi starete chiedendo cos’ha a che fare con Outlaw R&B, album dei Night Beats, in uscita per Fuzz Club/Cooking Vynil. Beh, la California.
Uno dei punti d’arrivo di Sal ne La Strada di Kerouac, punto di “partenza” per i Night Beats. L’album è stato scritto durante gli incendi il California, mentre nelle strade rimbombava il fragoroso rumore del silenzio.

Un lavoro importante quello di Outlaw R&B, in uscita il 7 Maggio.
Scritto in un momento storico molto particolare per il mondo intero e per gli Stati Uniti, in cui le rivolte la facevano da padrone e la voglia di scoprire il mondo tozzava contro le limitazioni imposte.
Per questo Outlaw R&B ci riporta indietro nel tempo, nel mondo descritto da Kerouac, in cui i subbugli e gli attriti sociali la facevano da padrone.
La voglia di scoprire quei posti esotici che negli anni 50’ e 60’ hanno portato a viaggi che poi hanno scritto la storia.
Beh, il lavoro di Night Beats, è proprio uno di quei dischi che sarebbe stato ascoltato in quei viaggi. Un po’ rock, un po’ soul, un po’ psichedelico.

Danny, membro del gruppo, ha detto : “Outlaw R&B è musica per chi è senza confini, per chi è libero, per chi è escluso e per chi è dimenticato”

Non vi resta che allacciare le cinture e mettervi alla guida – e all’ascolto.